2 Divisione  Fipav   Bacci Campi-29 Martiri 1-3

 

Partita di grande  importanza stasera a Campi Bisenzio.

Una sconfitta significava rischiare di uscire dal giro play off ; una vittoria significava mettere pressoche' definitivamente le gambe sotto il tavolo  dove verra' giocata la  lotta per la promozione.

Stasera abbiamo messo a 9 punti da noi la squadra che poteva portarci via l'accesso ai play off: tradotto in soldoni, adesso lo possiamo  buttar via solo con le nostre mani.

 Siccome quando  il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare,  abbiamo vinto.

 

Piccola   soddisfazione di contorno per le povere orecchie di chi ama le note ma non il chiasso :   aver chetato la rumorosa, fastidiosa tromba scassapalle suonata esageratamente ad ogni punto dai supporter avversari che nel corso della partita ha suonato sempre meno fino a zittirsi completamente.

E d'altronde se gli altri suonan le loro trombe noi abbiam suonato le nostre campane.

Campane battono trombe 3-1.

Pier Capponi docet.

 

La partita.

 

Le ragazze sono entrate in campo molto  tese e hanno commesso errori macroscopici , inanellando una serie di punti a sfavore che presagivano una brutta, bruttissima serata.

Ma poi, le  nostre atlete  hanno cambiato volto, hanno cambiato atteggiamento , insomma  per dirla alla John Belushi  pareva che in cuor suo ogni  ragazza esclamasse :

"Ho visto la Luce" ... "Ho visto la Luce" e  da quel momento si gettasse  in veroniche salvapunti , salti stroncapolsi  e colpi schiantapalloni.

E persino il nostro coach si e' trasformato nel  multicolore bluesman reverendo Cleophus , al secolo il grandissimo James Brown.

Eppure non eravamo nell'Illinois  ma a Campi Bisenzio.

Ma noi siamo da bosco e da riviera , non si teme nulla.

Uno spettacolo per gli occhi,   vitamine per il fegato de noattri.

 

E ora i set.

 

Primo set

Perso  25-14

 

Set perso con colpi irrispettosi verso la sacra  dottrina  di ogni disciplina sportiva  che vuole la mente e il cuore collegati alla presa elettrica di braccia e gambe.

Può  succedere ...   a volte anche nei migliori ristoranti l'antipasto non e' un gran che' e poi dopo arrivano primi , secondi e dolci di gran classe.

Infatti poi al Bacci Campi abbiam servito anche il caffe e l'ammazzacaffe'.

Aggratisse.

 

Secondo set

Vinto 25-17

 

Finito il primo set le nostre ragazze son mentalmente entrate in palestra.

L'hanno bevuto un po d'acqua, le si son ravviate i capelli, le si son strinte bene i lacci delle scarpe, hanno emesso un ruggito che neanche  le leonesse del Serengeti quando  rincorrono le gazzelle e hanno cominciato a menar palloni a destra e a manca.

 

Terzo set 

Vinto  25-23

 

Set contraddittorio.

Il nostro solito effetto rimbalzo; in questo noi siamo matematici come  la Borsa  di Milano.

Set da montagne russe, siamo stati sotto per ben cinque volte  ma per sei volte siamo stati sopra.

S'e' inseguito piu' noi che una volante dei Carabinieri.

Ma abbiamo anche rivogato piu' schiacciate dei forni Loggetti e Branchetti messi insieme.

Insomma  tira e molla , tira e molla ma alla fine hanno mollato le avversarie.

 

Quarto set

Vinto 25-23

 

Set vinto con piu' facilita' di quel che appare dallo score finale , anche se nel finale le nostre ragazze erano stremate e hanno rischiato di rimettere in gioco le avversarie

Siamo stati sempre in vantaggio  ;  anche di sei punti e abbiamo buttato via cinque match point  consecutivi.

Le avversarie ormai arrancavano, il loro allenatore oramai era immobile, la tromba era silente ,i supporter campigiani  a meta' set avevan gia' le chiavi delle macchine in mano pronti a tornare a casa. 

Tutto e'  bene quel che finisce bene.

 

Prossimamente.

Sabato prossimo a  Prato arrivera'  il Valdarninsieme.

Partita  abbordabile.

Vietato accellerare sul ghiaino.

Addetto Stampa Antonello Vannucci